Salta al contenuto principale
Group 3

La memoria scolastica pubblica consiste nella rappresentazione che della scuola e degli insegnanti è stata proposta nell’ambito delle rappresentazioni ufficiali e delle commemorazioni pubbliche promosse dalle istituzioni locali e nazionali in base ad una precisa politica della memoria, ovvero ad un uso pubblico del passato finalizzato ad acquisire consenso e a rafforzare il sentimento d’appartenenza ad una determinata comunità.

Banca dati delle memorie pubbliche della scuola

Banca dati delle memorie pubbliche della scuola (a cura dell’unità di ricerca dell’Università degli Studi di Macerata), un repertorio elettronico delle varie forme della memoria pubblica (dalle lapidi, ai monumenti, ai francobolli, alle monete) relativa a educatori e insegnanti operanti nelle scuole italiane di ogni ordine e grado, ma anche a pedagogisti e funzionari dell’amministrazione scolastica centrale e periferica.

[In fase di costruzione]

Editore
EUM – Edizioni Università di Macerata
Luogo di pubblicazione
Corso della Repubblica, n. 51, 62100, Macerata (Italia)
Responsabili intellettuali
Roberto SANI (Università degli Studi di Macerata) e Juri MEDA (Università degli Studi di Macerata)
Comitato di referaggio
Fulvio DE GIORGI (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia); Tiziana PIRONI (Università degli Studi di Bologna); Stefano PIVATO (Università degli Studi di Urbino); Simonetta POLENGHI (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano)
Banca dati delle onorificenze conferite a esponenti e istituzioni del mondo della scuola e dell’educazione

Banca dati delle onorificenze conferite a esponenti e istituzioni del mondo della scuola e dell’educazione (a cura della sotto-unità di ricerca delle Università degli Studi del Molise e della Basilicata), un repertorio elettronico – corredato da immagini – di medaglie, decorazioni, diplomi e onorificenze scolastiche concesse da istituzioni pubbliche nazionali e locali e da istituzioni private a insegnanti operanti nelle scuole italiane di ogni ordine e grado, oltre che a dirigenti e funzionari dell’amministrazione scolastica e a municipi.

[In fase di costruzione]