Salta al contenuto principale

"Mano veloce". Memorie d'infanzia

Editore:
Dipartimento di Formazione, Lingue, Intercultura, Letteratura e Psicologia dell'Università degli Studi di Firenze
Luogo di pubblicazione:
Via Laura, n. 48, 50121, Firenze (Italia)
Autore della scheda:
DOI:
10.53221/1082
Scheda compilata da:
Chiara Martinelli
Pubblicato il:
03/01/2022
Nome e cognome dell'intervistatore:
Isabella Masini
Nome e cognome dell'intervistato:
Fulvia Galletti
Anno di nascita dell'intervistato:
1967
Categoria dell'intervistato:
Studente
Livello scolastico:
Scuola primaria
Scuola secondaria di primo grado
Data di registrazione dell'intervista:
29 giugno 2021
Regione:
Toscana
Località:
Monteriggioni SI

Indicizzazione e descrizione semantica

Identificatori cronologici:
1970s 1980s

buongiorno a tutti io sono i saperlo masini una studentessa magistrale dell'università di firenze siamo qui in compagnia di un'amica della mia mamma fulvia galletti fu fermato a poggibonsi nel 1967 ed attualmente vive a monteriggioni in provincia di siena oggi ci rilascerà un'intervista delle sue memorie scolastiche ed infanzia il contributo di fulvia sarà prezioso per dare un apporto al progetto memorie d'infanzia che si muove all'interno dei confini tracciati dalla public history bene futura 20 possiamo incominciare con la prima domanda per quanto tempo è andato a scuola innanzitutto buongiorno a tutti io a scuola sono andata per un periodo abbastanza breve ho fatto le elementari naturalmente ho fatto la scuola media che mi sono fermata perché non era una studentessa molto quotata moglie di studiare ecco diciamo la verità e niente qui ho portato un po dei miei ricordi ho portato sia foto quaderni ho portato un po di cosette che può insomma sì che questo si vedrà durante l'intervista una mano a isabella ne farà le sue domande quindi elementari e medie elementari e medie perfetto come raggiungeva la scuola quindi a piedi in motorino i dieci o se allora lo raggiungeva a piedi perché stavo in paese la scuola l'avevo veramente vicino a cento metri di distanza quindi andava a piedi anche anche alle elementari fin da piccolina e mi ricordo della mia nonna perché sapeva le finestre scheda 1 sulla strada e lei dalla finestra mi guardava tutto il mio tragitto da casa fino a chi entrava nella scuola è cosa capiti quindi abbia qualche amico qualche conoscente che invece andava ad esempio in b cioè mourinho manderà vate che magari più grandi no neanche alle mele ad uno da tutti a piedi perché tutti nel paese quindi tutti rigorosamente a piedi no come oggi che l'accompagnano tutti con le mani alieni ma anche autonomamente se viste tutte da fiore tutti da soli perfetto e come veniva in genere organizzata la sua giornata scolastica quindi dalla merenda all'entrata scuola sino al merito e allora si entrava come adesso si trova le otto e mezza in classe e poi c'è la ricreazione alle 10 e 30 se non ricordo male più o meno e tutti sapeva il nostro bel panino fatto da casa non comprato nei pasticci niente tutti per le fettine di pane con vari e alimenti insomma dentro e niente poi c'è la riuscita alle 12 e 30 a casa c'era il pranzo e poi il pomeriggio ma davanti sentirà qualsiasi il pomeriggio compiti naturalmente e poi c'era il ritrovo con gli amici andavamo che altro andando insieme a questa mia amica daniela che amiamo ma anche oggi c'era un bel giardino le è vicino a casa da proprio a casa sua ma questo giardino mondo altalene scivoli tutti e io passano pomeriggi interi dentro questo certo bene quindi quante ore scolastiche dalla macchina annodate 30 alle 12 30 come ora 3 giu perfetto e come veniva scandito il tempo delle elezioni della rifrazione medie quanto duravano le elezioni un'ora ma vale più di un'ora allora la ricreazione ragioniere alle 10 e 30 però la lezione dell'elementare sinceramente che c'era questo maestro unico che lui ci faceva da italiano matematica storia di religione tutte le materie possibili e probabili mia non me lo ricordo sinceramente se non vedere si entrava lotte e 30 si iniziava ma tema tas e durava mezz'ora un'ora questo è un po mi sfugge però ecco quindi l'entrata a scuola le lezioni di reazioni di nuovo e poi si scivoli 21230 rimasta perché petroni dell'anima raffinata e come si svolgeva la lezione quindi e java il maestro entra nel maestro tutti in piedi questo si e poi c'era il segno della croce e anche la preghiera si faceva per lo meno fino alla terza o quarta elementare po questa cosa non c'è più stata un po di volo solo perché però ecco sono tutti in piedi rigorosamente buongiorno con tanto di rispetto a questo mai e questo sia alle elementari che agli medio sono solo alimentare le medie no quando che entravano professore anche alle medie bongiorno e basta però non è che ci s'alzava in piedi quindi anche di maria ha fatto riferimento in quelle di mentale elementare questo rispetto per questo maestro e tutto quanto e quanti insegnanti arrivo abbiamo detto alle elementari un insegnante è uno che dà le medie nelle medici e professori l'applicazione tecnica italiano matematica ora ci avevano il professore e tempo era anche di scandito comunque dà lezioni di relazioni poi c'è la ginnastica l'ora di ginnastica una volta alla settimana due ore di ginnastica cena c'era nella palestra della scuola con varie attrezzature anche lui sapeva lavoro anche ed i maestri ed i professori com'è che su quello umano lezione quindi al tavano ed utilizzavano del materiale facevano fare degli esercizi pratici o più che tutto teorici come che si svolgeva la lezione le ore scolastiche allora elementare il nostro maestro un po maestro un po particolare anche rispetto agli altri insegnanti per esempio lui non ha mai fatto fare anche è normale ne ho amato a fare le le scenette ci potevano fare al caffè merci de lire c non ce l'ha mai fatte fare lui materiali usi io non ricordo da avere usato materiali all'infuori dei quaderni e libri di testo che sapeva in classe tutti alle medie applicazioni tecnica fortissimo tra nella riga le osse quelle si usano anche oggi riccò con basso mapper o e con materiali extra sembra proprio di no quindi più che tutto lezioni frontali se più che trozzi perfetto e come si rivolgeva a loro quindi ai professori delle medie e agli insegnanti hanno mai chiesto al maestro come traghetto alle elementari si sempre un grande rispetto guaio se no il maestro sempre del lei signor mai visto sempre signora maestra signora maestro e anche professori professore trovi sempre dando del lei sempre mai del tu m'hai quindi con un atteggiamento super formale sempre sempre eseguiva precedeva ad alzata di mano o si poteva anche interrompere il maestro o no sempre alzata di mano maestro posso sempre più per andare in bagno se bracciata di mano sia alimentari che merita dopo l'approvazione vuoi allora uno arriva e lei cos'altro faceva in classi quindi oltre alle lezioni di reazione c'era qualche altra attività che veniva svolta anche con i compagni oppure no devo essere delle ricerche si facevano delle ricerche sempre come l'enciclopedia che oggi non esistono più e cartacei naturalmente e questa e per altre cose a gite scolastiche alle elementari e alle medie si è fatto cites col amate in varie poste ci hanno portato e poi e ricerca nel cielo ghedini che si comunali maestro assegnava la definizione di qualche termine o cos'altro faceva ricerche magari di storia di geografia per una data regione elementari e allora si facevano dei gruppi maestro faceva dei gruppi e ci si ritrovava nelle case e tramite questi libri alla ricerca di tutte queste informazioni ci veniva richiesto in base alla materia e si doveva fare questa ricerca perfetto le è capitato ad esaltare delle elezioni in tal caso cosa succedeva allora saltare elezioni solo se ne avevo saluto febbre qualche malattia alle quand'ero piccola che c'è alle malattie infantili morbillo varicella e che oggi non ci sono più e quel caso lì meno in almeno a casa faceva il foglio di portare la scuola dove diceva appunto testava e la gomera casa per motivi di salute quella vera e alle medie uguali c'era uno stava caso se io staccava solo per motivi di salute non per altri mesi attiva in poter stare a casa per altre tipologie in mano il maestro come che reagiva sia alle medie alimentare comunque riconoscendo niente non ho succedeva niente l'uomo nel certificato del medico quindi non era tutto a posto non c'è un perfetto per siamo un'altra domanda e per quanto riguarda invece le attività scolastiche anche non didattiche che cosa comprendevano con questi ci riferì a maggese sport vari se si faceva appunto le gite alle elementari milano porta allo zoo di pistoia tutte queste c fine da bambini su rotte di frasassi e poi alle medie l'ultimo anno nella terza media ci portarono 4 giu tre o quattro giorni su ad andalo con questo cul ma la mattinata una grande emozione tutti insieme e questo è così riuscita in questo modo poi anche dell'attività sportiva alle medie si faceva anche nel campo sportivo fuori dalla scuola c'era un piccolo campo sportivo e lì si faceva anche delle gare di salto in alto salto ostacoli ragazzi basse marche facevano partite di calcio così durante le gite scolastiche come adesso no era usuale per mettere in fila tutti gli alunni prendersi per mano oppure magari alle elementari questo sì alle medie no per un elementare si la mattina prima aveva davanti al pullman maestro facevano appello per vedere se chi entra o sul making no con tutti con la sua cartellina se le merendine varie e a quando si ritornava uguale c'era tutta la pella per vedere se qualcosa è rimasto magari a piedi da qualche parte insomma è così invece se ti di essi valerano le attività principali a scuola media attività di gruppo discipline specifiche ricordi particolari in questo ambito tra nella ginnastica alle medie alimentari niente non si faceva niente tranne la lezione che non c'era attività di lui comunque si riducevano a quelle cose ricerca e share che si e basta tipo disegni di gruppo arte veniva svolta fra le medie agli alimentari non ho inglese merlin italia andrà ovviamente non c'è le discipline principali ad elementari volere all'italiana maniera meno storia poesia c'entra la poesia tutte le settimane una cosa da imparare infatti c'è anche il quaderno delle poesie sì ce lo fa vedere queste queste due quarte elementari prese tutte poesia è anche abbastanza difficile ci faceva il ministro il parlamento faceva mente questo aveva comunque la poesia sempre all'interno dell'ambito dell'insegnamento dell'italiano questo di pablo neruda poi forti c'è anche qualche altra qualche altro lui è questo foglie gialle queste della seconda elementare però è che lui tutte le settimane il mais e b 174 sì ma riparare una poesia con tanto di disegno in fondo alla poesia rispetto all'argomento che quindi non si trattava naturalmente se novembre loro ricerca arriva mente parlava di fargli che tirano i buoi perfetto perfetto e com'è che veniva invece visto usavamo insegna nella pagella quindi un momento tanto reso oggi è un giorno preciso veniva genitori e generalmente andavano anche era inoltre l'ultima insomma se ci andrò anche i ragazzi c'era questa riunione a scuola ogni genitore entrava al suo turno di classe il maestro che gli aveva consegnato alla pagella che diceva più o meno come è andato e verrà mostrato questo bambino è adesso in fondo alla pagina comunque ad esempio riportata una descrizione di come era andato l'anno scolastico dell'atteggiamento del bambino più che tutto a livello di comportamento anche allora c'era era previsto oppure non alimentare i no c'erano solo i voti e basta non c'era lo scritto in fondo alle medie si c'era c'era tutto una descrizione verona descrizione del comportamento ed è anche dell'andamento della durante l'anno ed è stato molto da ragazzo e il voto del comportamento alimentare condotta perfetto e faceva educazione civica no non era dimora nelle medie elementari no va bene adesso ci spostiamo più invece sugli spazi scolastici ed extrascolastici quindi ci muoviamo un po dalle elezioni e e dalle materie scolastiche infatti ti vedo come che erano suddivisi gli spazi scolastici quindi le aule corridoi mani allestimenti vari se c'era questo grande corridoio e tutte le aule sulla destra tutte queste aule infine in fondo c'è uno spazio abbastanza grande dove c'erano i fondi ti bagni sia per i maschi che per le femmine e anche alle livello medio vuole perché erano la struttura era fatta su due piani al piano di sopra c'era le elementari e sotto c'erano limiti schermano scuola come era sopra un assoluto erano uguali elegantemente tutte e due a uno per i gioni e gioco sia medie che le milano ali raja un paesino vicinissimo appoggi con 7 e in classi siano elementari e alle medie c'era il crocefisso se c'è il real così visto dietro la sfilata the brotherhood e l'insegnante anche se non ero tra le dietro la lavagna se le spese problemi e le aule erano miste maschi e femmine prevalere i sì si erano viste miste maschi e femmine e prevalentemente una vari vi erano alunni maschi femmine oppure maschile radio maschi che fate i film e questo si sa diventare che i media sempre più maschi perfetto e invece per quanto riguarda la stata di mano appunto per chiedere di andare in bagno era così e bisogna andare in bagno ap le elezioni ed era un modo per incontrare qualcuno oppure per i vari esso solo se effettivamente c'era il bisogno allora si poteva andare in bagno naturalmente dopo alzata di mano il gioco il consenso per quanto mi riguarda io andavo solo per c'è più bisogno di andare in bagno non per fare se una giratina diciamo e qualche 6 ma non avevo tanta voglia di studiare però roverino per un'oretta di qualche altro compagno invece poteva sfruttare la s alle medie semmai quelle un po più forse un po più grande andavano sentiva nei corridoi un po di voci insomma anche il bidello facciamo un po di urbe che andavano spesso con il gioco è tutto perfetto e quali erano come venivano svolti invece i compiti per casa quindi cosa segnava in genere il maestro vivono svolti in maniera autonoma della mamma allora mamma lavorava quindi avevo solo la mia nonna che comunque ti ho sempre fatti cambi sia elementari non media magari a volte poteva andare dalla qualche a mia madre si studiava insieme si facevano appunto competenze per oli alimentari sempre da me a casa da sola con la traccia nella mia nonna però faceva e viene il maestro che tipologie di corsi da una matematica italiana di spacciando un po dalle discipline si faceva da questi pensierini temi da fare queste poesie sempre da imparare tutte le settimane quella un po più e poi carriera che lo meritino toma però c'è sempre da studiare come l'ora e matematica esercizi famosi problemi perfetto e possiede che va in giro per i libri manuali di liszt che sia qualcosa da farci vedere se allora delle elementari avevamo il primo di testo conosciamo anche oggi ragazzi qui sono i miei unici due libri ho conservato per della prima elementare e della seconda elementare lo lasciate quest'anno proprio insomma ecco mi piaceva tenerli questi due poi gli altri ottenute o il suo studiare per esempio dalla terza elementare c'era il sussidiario che quello invece lo promette l'ho buttato via però questi qui i primi due libri ni ecco questi loro il tecnico di queste religioni l'estreno si disse conte c'era solo questo sono letture o non è dura non c'era un libro per gli eserciti acuto matematico stone o c'era solo il tè la prima azione elementare poi dalla terza cerali un sussidiario che ricera italiana c'è la matematica c'era un po di geografia e tutto però i primi tre anni c'era solo questo librino di lettura di voce radio qualche esercizio nel piccolo di più mirato il grand palais coating dic era una tela forse i come imbuto c'era da scrivere qualcosa o no vedo che sono scritti molto grandi rispetto a quelli di oggi e e coloratissimi valichi voler disegni che forse si basavano quale più anche su sull'impatto visivo e queste copertine così bene che stiamo per dire quanto si ordinava il libro tutta questa signora lia stanza e poi devo quando s'andava prenderli così chiedeva se si correva la copertina è di questi va lei non scendeva per di natale quindi pochissimi bambini arrivano i libri senza confermi a nessuno era proprio molti avevano la copertina di tutti perfetto ed ora è che venivano fatti compiti per casa quindi il luogo e dove effettivamente su dei piccoli quadri su dei fogli che poi venivano consegnate ad insegnanti non solo rosato questo è il formato del quaderno quali erano i piccoli il noto a ternani e alle medie mancano di un calimero se c'erano godermi i piccoli in cui sembra di non averle corde la piccola ternani grandi tutto quaderni piccoli e questa scritta che ricorre su tutti questi quaderni il calimero sera calimero era questo pulcino nero era una pubblicità dove detersivo però non mi ricordo non mi ricordo il detersivo miralanza può darselo se non mi sbaglio e c'era questo calimero pulcino nero e allora lo riportavano parecchie volte su questi quaderni questo almeno finora non esiste più queste questi colori che vediamo rosso e cioè se poi ovviamente c'erano anche a bologna o prevalentemente ma questo ora non lo so forse mi piaceva il rosso penso poi c'era giocando quando c'era la serie tv di santo anima acqua e quindi formati più piccoli e per matematica c'era comunque il quaderno quasi quadrati a questi sì sì sì sì ma per tutte le altre maniere allievi marito perfetto e quando non aveva un perito affari che cosa facevamo ad ora più piccola qualche attività hanno varia anche ai media maggiore più grande sia qualche foto da farci vedere allora quando ero piccola comincerà a scuola quando non c'era scuola degli ha detto se allora di magari o leggevo che mi piaceva tanto gli animali come ora sono stessa propri figli animali mio fratello in questa è la rabbia monta del mio fratello e io mi divertivo a leggera scoprì tutte queste abitudini di questi animali e se no ci avevo anche se un po più giri insomma avevo le storie di topolino tutte stava seguiti walt disney tra mi divertivo anche la legge ste cose e se no s'andava kalmari naturalmente con la mia mano io lo bello di che gestibile le pazze scrivesse no andava qualche attività lavorativa sportiva stili certo facevo danza flamenco danza classica questo non c'entra niente si faceva tanta grazia no sono tutte allora ecco qualche duro mancano nomi non so perché si è s'andava questa è la nostra nostra insegnante si chiamava gianera di siena sta ragazza e ci faceva questa scuola due o tre volte la settimana veniva stanza questa è la mia amica tenera e che ho sempre insieme a lei anche il suo giardino il futuro del giardino perfetta la barriera maniera e se andava si faceva queste esercitazioni poi si faceva facevo le saggi di andarci portava invoca anche a castellina scalo abbiamo fatto un saggio di danza abbiamo fatto a castelnuovo berardenga ci portavano a fare questi sali e quante volte alla settimana anche due o tre volte la settimana la sera il pomeriggio dalle 4 alle 6 quindi una volta una certa la scuola e poi veniva accompagnato dai genitori e tumore si sa fare questa classe a6 perfetto e in quel rito valera dal retro della cameretta allora in una cameretta mio personale non l'ho mai avuta perché ho sempre dormito con la neomamma quindi una camera non era vero dialogo e la mera era insieme alla mia mamma quindi non avevo un donne posteri chiusa per dire comunque da più grandini poster dei vari cantanti quatto ribelle che uno non ce la poteva avere ecco non l'ho mai avuta questa rosa un po che che mi è mancata e invece qualche foto comunque city quando eri piccolina magari un fratello un cameraman no non ce l'ho mai avuta ravano non ce l'ha messa forse aveva quella della prima unione che avevo un pò trentino questa ecco sul comò c'aveva c'era questa foto incorniciata per un lavoro vicina d'argento questa poi ecco altre foto di anche noi piccoli no non usava perfetto e pieno anche molto è che durò ma non mi va avanti e sti nomi di tre mesi come a destra o meno di più dove si passavano e cosa si faceva in genere in vacanza estiva la durata di levante alla come ora da metà giugno più o meno fino ma mi sembra forse quelle cose entrava a ottobre devo dì la verità mi sembra 2008 mese entrando una settembre e le varazze riportavano al mare rigorosamente a follonica colonia forever qua inizierà a follonica qua sempre sempre tutto follone a spedire in montagna io non ci sono mai andata da piccolina e se questa vostra più o meno sono anche 15 giorni si stava a folloni solo che si prendeva una casa in affitto e li separavano le nostre basi al mare e poi se no si passavano a casa i giardini comunque le mie compagne da daniela sempre nel mitico giardino se quello è stato proprio so cresciuto praticamente non gioca neanche all'asilo perché io volevo stare in quei giardini e giardino league ormai alla fine perché forse tra due giorni poi non mi piaceva e niente si passavano silva giardina giocare e fare campana in terra con il gs si dipingeva in una sera a casa sull'asfalto si dipingeva pane si faceva con la grana che catechesi battibile un gioco sia che oggi anche olio e quindi la giornata tipo era alzarsi di macchina presto magari un po tutto il denaro in spiaggia perché nemmeno le noi 10 gradi quindi sul razzismo non credo presto e niente possa ora di pranzo e tutti a casa primo lare pranzo la mamma la nonna mangiare forma avere forse sia nato da sé anche bisbino può darsi e poi pomeriggio di spiaggia fino alla sera però è con due ricordi sono il mare di sta andando bene e tirano anche venivano fatte nelle foto di tasse qui ho visto il quaderno avevi delle foto della comunione ci sta alle gare tema prova di grassi mulas che non usava fare io non ce l'ho quindi vuol dire non le facevo se non l'aveva ma sicuramente l'avrebbe presa ma no foto non usava fallissimo perfetto e adesso ne abbiamo di nuovo d'arco mentre ci spostiamo in dieci più sull'attrezzatura scolastica quindi chiedo ma gli oggetti aveva in classe quindi penne e moderne l'astuccio con tutti ma site vero successo n'era solo uno non è che c'è davanti tanti colori anche biro aspetta un momento della bild che alle elementari io scrivevo anche con la penna stilografica la buccia col pennino io me lo sono anche il foglio di carta assorbente che si doveva passare perché se non sbava tutto e poi passò a sanremo questa pavimento in modesta avrà detto è arrivato il momento di skill e una penna biro avete cominciato questa penna biro però solo un colore sono il nero o il blu neanche eroso mai scritto col rosso all'immagine di essi ma per varie ore quello se anche il verde per inglese ci faceva scrivere i verbi si esprimevano con il verde per il rocker di un nuovo nome agli americani doti e poi alimentari zaino non esisteva marius tutti una bella stellina in lamiera blu tutta contornata di giallo come più ci aveva anche dei licini dietro e si potevano mettere sulle spalle però io preferivo portarla a mano si pre grand dandoci era un librino due quaderni e la stu giusto e la studiosa menta e rigorosamente e tiro ma la sua joe era come adesso pdf scomparti o non facilmente delle sacchetti e si diceva no e c'era sempre la serie riina però a quivi lastrucci non basteranno sufficienti matite e pennarelli gomma puntava a pisa per ora solo fatto sul bastone che ceva due tre piani con tanta roba cioè non si animati tese i pennarelli e cine e basta perfetto e pieno anche questi oggetti venivano comprati dalla famiglia oppure li passava la scuola allora appena comprata la famiglia però a sta già c'era io penso sullo stage dunque c'era questa la operativa che c'è anche oggi che la pop sarebbe che una volta l'anno all'inizio della scuola appunto verso seduto iniziato settembre in fondo al paese c'era questo era un cinema del paese che veniva usato questo è stato saloncino molto piccolo ci faceva una proiezione del pomeriggio di un cartone animato o di un film a tesi per tutti i ragazzi del paese solo per i bambini del paese questo è ea fine film c'era questo queste persone della avuto destra cooperativa di questa roba che portiamo questi scafo scatoli o non di le scatole così grandi che veniva chiamato tutti i bambini nobel ha un nome e cognome uno per uno andavano assunti sul palco di questo cinema e veniva consegnato a questa scatola in questa scatola ce n'era uno due o tre quaderni tutela accessori per iniziare l'anno scolastico che per anni ha un po di appunto la pista matite tutte queste cosine veniva dato è durato film forse fino alla quinta elementare forse e basta poi sta cosa voi vada a finire a seguire e quindi prima dell'inizio dell'anno scolastico di questa situzione a settembre fisi inizi di settembre per di questa distribuzione e poi ad un materiale veniva comprato sul sudan e famiglie naturalmente per vedova ti chiedo ha già risposto a questa domanda ha un qualcosa portavano di palermo con questo questa cartella e carta berlina tutti avevano la cartella tutti noi era allenata alle medie in usa l'ha già lo zainetto come adesso ho anche il laccio usava il laccio all accesso aveva tutti questi animali sono un po più coolibrì naturalmente c'era questo laccio a un altro 45 cm con una fibbia che si chiudeva pilastro era e si portava così si portavano e faceva un po un pubblico un po chi lo faceva la facciamo e se no oggi astigiani o anche una borsa e veniva portata frolla e avevo e non ho più trovato a kg non so dove andrà a finire era una posta militare quella era una borsina militare ma molto piccola così con una cosa e si chiudeva sopramonte i lacci ma era molto agevoli la faceva abbastanza vari niente sono una ragazzina faceva una ragazzina grande rosa e ragazzine ce l'avevano abbastanza onestà usa devo però alle medie poi ci si iscriveva sopra poi il pennarelli dediche tutti i disegni i sensi personalizzata prefetto e tiro anche avere monte fazzoletti di stoffa o di carta e portati di gioco in a scuola allora il fattore t realta non esistevano solo di stoffa giochi non esisteva portare la scuola in più in prima media il primo usato solo per la prima media quindi le ragazze gli facevano questa questa pest hallinan era una cosa triste di fenile sono le ragazze in una vasca in aereo era aperta davanti lunga fino ai ginocchi più o meno che non lo so perché sono prima media per fortuna poi nostra è pieno anche ma questi fazzoletti di stoffa venivano veramente portati siriana melinte tutti i giorni oppure poteva pesare gli ovviamente è un qualcosa proprio di rigoroso no uno poteva bellona elementi forse avevo sempre in tasca un fazzolettino molte rito che situazioni alle medie qualche volta ma raramente e sete ma è sempre visto sempre di stoffa e credo anche che sia ma sentita a disagio per non avere la stessa attrezzatura didattica dei tuoi compagni oppure viceversa cioè non si è mai sentita privilegiata invece per avere degli attrezzi che qualitativamente ha comunque migliori rispetto a quelli dei suoi compagni tutti più o meno la stessa cosa non è che non aveva più e chi meno tutti compito lo stesso livello non mi sono male d'italia disagio nei primi 20 mai non ho questa sensazione mai avuta quindi magari si arrivava da biglietto quaderno su bello magari da parte la più ma non ci si faceva se c'è un po di no no no no no nessuno metteva anche questa daniela e lei magari erano un po più privilegiata rispetto che era una famiglia un po pioggia non rispetta altri però sempre sempre stata come tutti gli altri è semplice non c'è mai stata una differenza di dvd di ceto di solito e vabbè adesso invece tiene in casa tua cerva tv se ma anche dove in quale stanza si alla tv c'è sempre stata all'inizio bianco e nero era poi quando viene questa colori fu comprare stati il dual color è un evento che mette sul giornale ma capo per una tv sempre a musa sempre sempre una sola in cucina perché tutti potevano usufruire tutti anche in casa delle armi e tutelano tv non ce n'era più di uno e ti chiedo quali programmi in generi venivano seguiti più che chiudo dai più piccoli quindi date o dal fratello è un presepio vero forse fulvio se molto più grande di me aveva seguito il pomeriggio c'è alla tv dei ragazzi che quindi se si chiama vasi che cominciavano verso le 4 circa c'era questo programmi tutti i cartoni animati e basta nella braccio di ferro c'era sempre sono i generi gatto silvestro queste erano artoni poi più avanti c'era ci stavo bevendo dei goldrake mazinga z di questi jeeg robot desti cartoni animati giapponesi però sempre nel pomeriggio poi la sera dopo cena essere qualche spettacolo che veniva seguito anche chi in famiglia ad esempio esempio magra si domanda rete c'era queste programma balzava so più che altro programmi spettacoli di varietà varietà c'erano queste ballerine tutte queste cose un po antiche antiche e ed il carosello carosello io me lo ricordo qualcosa nelle corde e anche delle pubblicità della sigla me la ricordo quella impresa nella medicamente anche degli spot pubblicitari che c'era quello [Musica] della carne insita del caffè paulista se a volte le nuove derive del 22 chiappano sempre la mente queste cose è infatti di chiedo quanto influivano questi media sulla vita quindi quanto magari inducevano corpo a comprare quel determinato prodotto fatevi un concetto la figura di calimero ma ecco forse per noi ragazze se c'era qualcosa sul quaderno su perché poi su quanto riguarda roba da di cibo io mi ricordi non credo di essere non è rimasto impresso tante cose forse forse un po più grandi navi susanna che c'era questa bambina e formaggi piu tipici quindi chi ha bassi questa bambina bella tonda questo visive belle rotondo era sta susanna però non so quanto poteva influenzare non mi ricordo un granché di questa volta tiriamo mai di chiedere a volte alla mamma di contratti qualcosa di ciro magari perché piena rimasto impresso dalle pubblicità oppure qualche vestitino qualcosa no no questo non mi ricordo un perfetto grafie da seguire anche qualche documentario tv poi è venuto dopo di me i consiglieri più grande erano più grande potere devo commentare comunque sempre sugli animali e costeggerà qualcosa di interessante ma ma ma anche alle mere sinceramente non me lo ricordo di aver seguito qualche documentario non è una cosa che otteneva affatto così canali note come ora ci può essere quark o focus ci sono canali apposta ma prima non c'erano perfetto e ti chiedo poi dei videogame con valigia march sicily usali oppure usate ripeto ai mangiadischi allora del mentari videogame non sapevo nemmeno quello n'erano è l'unico svago che si poteva avere appunto c'era questo li avevo questo questo mangiadischi già dall'elementare real elementari questo è questa andava sia pil e che a corrente tra l'altro funziona sempre e abbiamo anche la mia serie 40 100 g di 30 3 non avevo per il rumore e dove c'erano tutti i miei dischi che queste loro ascoltate non so quante migliaia e mediante volte poi sapeva che il balletto naturalmente mi mettevo della mera del mio fratello con questo mangia rischi mettevo al disco e geo che passavo pomeriggio a cantare a ballare e così questa per meditare poi alle medie allora quando avevo più o meno sui 13 14 anni mentre gli ultimi anni delle medie venne fuori questo gioco dei mattoncini che veniva fatto non alla produce da questo dispositivo che il fratello comprò che si trovava in due o anche da solo volendo e si riproduceva nella tv e c'era il gioco di questi mattoncino riprendere questo pallina e veniva giù per mattoncino scrosta vi erano già abbastanza tv perché difendiamo all'anziana perché mi prendessero st pallina perché andiamo su questi mattoncini quei tipi di tin tin tin oppure giovane tennis questa pallina tendine che ballano quest'estate primo gioco videogioco che c'è stato in commercio una cosa è diventata giocando qualche altro video io non mi piacevano di una verità a volte stiamo passando al bar che c'era con il saloncino dove c'era vari videogiochi ma io non sono mai stata presa per il nome facevano giocare con questi videogiochi va bene e ti chiedo se guardano i film e quali sono stati i film più determinanti per la sua vita e si hanno molte cuisono in un certo senso la sua formazione mi dico anche film che ha fatto riflettere su qualcosa che tutti sono rimasti maggiore assieme non è che non va intanto guardate il lungofiume miliardo che andare a vederla al cinema gordon flash flash gordon adesso sì che non mi ricordo nemmeno di cosa parlava perché tra l'altro vevo 13 14 anni e mi accompagnò questo film a vedere questo cinema questa questo ragazzo è stato miu miu e allora usare un tenore compito di informare erano mele ordine anche niente benissimo apprezziamo la sincerità e qui il film questo poi non mento anche tutto venivano guardati cartoni e poi film che in tv un film che proprio ma è rimasto non ce l'ho va bene e ti chiedono sempre finire appunto di fare i compiti l'attività prevalente gioca della tv legge anche oppure facendo un po di tutto e non c'è un attività prevalente ma se riuscivo fuori sempre uno amici e amiche poi da più grande in a c'è anche il motorino si andava in giro con quegli amici punti con 19 in via maestra sempre di gioco ma contro lucoli motorino ecco qua vede con l'amico poi c'è un'altra destra c'era ed espone peak mitico px 125 della piaggio il motorino dei due tempi quella era una grande cosa perché questa vespa e niente cevoli libero perché garelli raggiunta dalle ragazze ciao e sembrano si senta ma anche al fiume a brain che c'era questo fiume dove si poteva fare anche il bagno e niente così si passavano energy le domeniche semplice e così bene e ti do appunto leggervi se sì che cosa leggeri quali libri e quanto davvero la lettura ha influito nella tua vita allora io leggevo forse lago nome go fiorano forse perché da ragazzina tra milioni di scuola insomma leggere poteva capitare qualcosa tipo il barone rampante perché me lo componevano alle medie di leggere la narrativa perché sennò non è chiara una grande amante di la vettura per fortuna ora mi sono appassionato loro luogo di più va bene adesso invece diano un po sulle sue eventuali premi e punizioni che venivano dati in classe noti alle medica delle mentali infatti ti vedo veniva che puniti in classe media che mentali se si come allora alimentari questo nostro maestro era buona e caro però aveva un difetto un brutto difetto che lo era con i ragazzi nei maschietti perché coinvolto uno bambine non è mai successo devo dire la verità però con i maschietti definizioni lui era un po di mano bush dava del scappellotti insomma è a volte sono me questa cosa me la ricordo bene perché non era tanto piacevole da vedere noi femmine mai punizioni no mai e alle medie la punizione poteva essere che se uno magari non stava attento alla lezione del professore veniva buttato fuori di classe quindi quelle che erano le convenzioni che basta e in genere perché venivate alcuni miti ci accoglierà parere il motivo che faceva scattare stata buttata fuori genitale mettere mani alle medie sono una volta perché accanto di banca questa mia nota niela la famosa maniera che erano un'altra sezione questa mia amica mi chiamava mentre sta professoressa spiegava è il faceto zitta di tetto ma alla fine queste elezioni beccava sempre me che dicevo zitta all'altra e pensavo ai parlavo sempre alla fine mese e gadget e altro sono le super letti in rimasti in città allora mi butto fuori e da allora so che cosa sono le suppellettili magro con dove superfici e qualche punizione tipo rapporti diciamo dal preside mario muse però esistevano rapporti però noi nella nostra last e nelle medie non ha nessuno ha mai preso un rapporto nel sud ma stato sospeso ormai etienne è che invece venivano vissute queste punizioni scolastica casa quindi semmai la mamma e babbo sullivan di eventuali bocciature rapporti esclusioni espulsioni scusami richiamo in che modo e credo anche se viviamo dei genitori nelle punizioni previste a scuola si dice per le medie sempre veniva se veniva fatto un rapporto che è veramente si prendeva 5 caso non è che si veniva tanto graziati anche dalla mamma dalla voliera si venivano puniti sia a scuola che a casa quindi dove magari provava chieste spiegazioni anche no anche no quello che dice manuel e riceva l'insegnante era legge etr invece dal punto di vista dei premi com'è che veniva the premiati con cose perché si teneva tema premiati a scuola a scuola ma io non millionaire uso elogi anche se si facesse non mi ricordo niente di questa cosa non ho niente quindi magari c'era il voto alto ma se qualcuno aveva niente di niente di eclatante fondi che avevi fatto che ultimamente del frequente sicurezza e ora invece ti vedo un po più sulle valutazioni scolastiche quindi com'è che veniva se valutati dagli insegnanti quindi interrogazioni verifiche anche se c'erano le verifiche anche allora c'era il compito di classe prima chiamato compito di lastre nobili fine non si chiamava tiberina e c'era questo compito e poi veniva fatto dato il voto o con un suv con la sufficienza o l'insufficienza questa le medie alimentari c'era però lamenta rinunce raccontino non esisteva il maestro fondi magari davamo compito in classe presente a fare il problema ci dava al voto con i cui numeri 7 8 9 o bene che non abitante ottimo e le interrogazioni venivano fatte si era una litorale certo come ora elementari e medie sempre per effetto e chiedo come erano questi giudizi quindi ha già indetto in numero al numero dei venditori alle medie sera alla valutazione sufficiente insufficiente buono in genere erano questo dipendeva dai professori ovviamente il voto oppure magari c'è il professor ieri come si può dire molto oggettivi o capitavano e magari a volte valutassero anche il buon andamento durante tutto l'anno anche di fronte a ora sinceramente st rosa angelini non me la ricordo questa particolarità di questa voce del voto come veniva assegnato non saprei io saprei rispondere e bene e ti chiedo certo in quei luoghi franche anche i genitori si generano c'erano dalle medie sì sì c'erano c'era il giorno che c'era appunto questi colloqui i genitori andrà a parlare con tutti gli insegnanti con tutti i professori ma anche vuole maestro c'era un giorno però forse due giorni all'anno che veniva appunto c'era questa cosa io tutti i giorni per questo motivo oltre a ben due volte semmai come volte l'anno due volte in genere poi che misure come che stava dopo con la fifa allora sì sì ha detto vabbè però potresti fare di più con le scosse però potresti fare dice il comportamento veniva citato suonate lui io non ho avuto nessun problema perché ero molto timida molto silenziosa cose al rimedio forse un pochino meno però insomma sempre bene ed ho piacere hanno degli insegnanti scontenti o particolarmente felici per alcuni comportamenti che aveva in classe o in genere tutti 7 sogno mister avuto una classe molto tranquilla se anche ragazze locali media a tutti si comportavano perché me ne è mai stato uno ea facevano un anno animano quindi qualche atteggiamento non lasciare la differenza siamo state sempre tutti punto correnti bene e ti chiedo esistevano le bocciature sei mai stata bocciata vedere presenti in classe si poteva portare anche prima elementare una mia vita infatti le in prima elementare ball sciopero non per il rendimento scolastico bocciò perché siccome l'area dei problemi salute era fatto tantissime assenze e allora viene bocciata in prima mentre poi sempre elementari non so se era dalla terza più o meno si aggiunse due ragazzi che erano state appunto bocciati da lui l'anno precedente e se veniamo a noi è solo usano portate fino alle elementari e alle medie si 2 e alle medie anche lì c'era ripetente addirittura di anche di tre sono quindi più grandi anche di noi se esistevano le bocciature parecchio quindi erano già bastano quindi era un po cosa dell'unico abbastanza che c e tiro anche i genitori come che si rapportavano in questi giudizi degli insegnanti quindi è un qualcosa a cui ci ha già risposto ma magari se ti viene in mente qualcos'altro venire comunque difeso dal genitore oppure i genitori si rimettevano completamente a giudizio degli interinali o meno quanto mi riguarda lei poi le altre non lo so è quello diceva il maestro le dicevano professori non è che cercava di pararmi di rendersi ma no etilico e dopo la pagella veniva dato un premio dalla famiglia voglio ora fosse andata bene o non era più il nostro figlio nell'abilità non ho avuto prende di niente dove però non ero scontenta un gene che ma anche le altre mi ami non ho mai sentito dire che una è stata promossa mi hanno regalato la bici ma non ho mai sentito dire nulla mi vesto e questo anche di fronte al diploma e ho visto ai colorato non ho niente un giorno me non voglio di comunale però e questo tipo ma poi è un qualcosa che ho amate ti sei portata poi mi sono porterà dc con sufficiente assunto uffici giusto il minimo rispetto e questo e jude law madia casco la licenza media avere anche quello degli elementari che adesso rai però anche delle pagelle deve dire procedere appunto dove lo non lo so dove sono da definire ma però ce l'avevi perfetto e ti chiedo poi emergeranno delle delle preferenze da parte dei professori per qualche studente se si verso chi allora i professori devo della verità che preferenza un'area il maestro si maestro se aveva troverò un brutto difetto nella vela che lui aveva abbastanza per riferimento dunque per le bambine più o meno sera più o meno tutte sullo stesso livello forse eccezione forse di 121 più infili riguardo non lo so che forse erano più carino per i maschietti aveva le preferenze si vedeva anche sul fatto appunto di queste mani aveva un fumo veloci e se consideri non era che cosa del rendimento scolastico cioè di vedersi questo se aveva questo difetto va bene adesso ci spostiamo più sudata invece delle amicizie scolasti abbiamo provato che daniela è una di queste quali chiedo sono state le sue amicizie scuola pastiglie e fanno ancora parte della tua vita allora questa mia anche un punto di vista e la magari non ci si frequenta tanto che quotidianamente però se ci si vede insomma anche con le altre però è anche con i maschietti insomma ci siamo sempre in moto i severi si saluta abbiamo fatto anche delle scene ai 40 anni ai 50 anni ora ma se aspetterà il 60 però ecco ci si sente anche su facebook spuntano questi social ci si sente sul sapere se manda gli auguri per natale ecco siamo sempre che un dato in contatto e ti chiedo che si è mai innamorata infatuata dovrò anche gli anni di scuola anche quando sei truffando eri più grande non alimentare anni di reti e di ragazzi di classe i no della classe no mai noi fuori fuori dalla classe magari non è me che magari quelli un po più grande della terza media questi poteva essere qualcuno però proprio gli amici di classe infatua menti fazioni frazioni più corretto e teneva a questo punto il fidanzatino alpino e in che modo che si attiva quando il fidanzato con il telefono fisso per lettera magari per l'etna in quale occasione per le troppe quotidianamente alle ore primo fidanzatino è stato 9.3 voce 14 anni e con questo fidanzatino non si sentiva bene anche per tenerlo perché lui nel 1981 il telefono rimane a casa io sì ma lui no quindi se comando diceva il motorino in testa lui veniva stato ci si trovava davanti al bar ci si trovava fuori eto'o a quando lui ha messo il telefono dopo qualche a ma allora ci si sentiva per telefono office lui veniva a casa mia ci si vedeva tutti i giorni però ci si vedeva invece poi pubblicata finora invece è durato maccari più per un pelo allora questo fidanzatino e due volte che avevano 14 anni lui 16 ecco siamo sempre insieme anche a voi posate siamo sempre in giro e ho visto che c'è anche portato di questa cartolina queste degli anni 1981 82 questo è lo scrissi e al fidanzatino io ero pazza e lui era rimasta a casa non è assolutamente non sarà invasa insieme ed uniti descrisse questa cartolina d'amore non lo sbaglio ha comunque allora già aveva per telefono entrambi che potevate sentire no ancora lui non l'aveva io sì ma lui no io ero al mare dovrà tener la mia cugina è arrivi e se come stava 15 giorni di assenza di lui allora li mandavo la cartolina per far capire io lo pensavo occhio quindi c'erano messaggini ma certo cartolina giusto è giusto così e invece ti vada tornando agli amici che rapporti avete voglia dedicarsi e non solo quelle vicino al nemico se si può dire un qualche amichetto con cui magari non andava tantissimo d'accordo comunque c'era un rapporto di rispetto o comunque a vasto prima manifestato a diversi modi allora noi in classe ci si voleva tutti bene non c è ma stato momenti di qualcuno abbia fatto un torto a un altro mai mai mai mai se non ci sono sempre voluti bene tutte quante tutti che ho capito bene meglio così e come vive stivate per fare in classe allora molto semplice lungo l'elementare 68 il grembiule sia maschi che femmine alle medie no e per ragioni si vestiva ma non molto semplice forse alla moda del tempo però ecco senza essere semplici si senta santis farsi tante tante modi forse ci sono anche oggi non molto più semplice adesso invece ci spostiamo più sul cibo questo famoso panino e abbiamo capito essere uno stato fondamentale e chiedo facendo colazione prima di andare a scuola se sì con cosa all'agevolazione a casa con latte caffè penso anch'io forse il tempo potrebbe voltaire a quel periodo come i biscotti milioni più si erano biscotti ma poi da bambini ma c'è da neonati e proprio che questi biscotti non mangiate fino penso a vent'anni estivi scotti perché io per innamorava di questi biscotti e niente dopo questa votazione si faceva colazione a scuola con questo panino e mi fermano la mia nonna rigorosamente affettato yo yo e si faceva colazione ascolano sia 10 30 e poi cedere anche lo scambio alle medici allo scalo dei panini a lui piaceva più panino della mielina lei piaceva più il mio allora c'è uno scambio ottimo mi pare giusto pieno anche c'era una mezzo a scuola oppure tornare a casa per per qualche motivo sono a casa meno i nostri mangiava tutti a casa perché non c'erano rientri come ora tempo pieno la scuola un esimio vincerà perlomeno sta già si che finiva la scuola le 12 e 30 e all'una e mezzo per le medie e si veniva a casa e finì male che si mangiano a casa che finiva lì perfetto ti chiedo invece quali erano le merende doposcuola e se c'erano allora le merende se d'estate magari poteva essere gelato se chi andava da questa mia mia tranne la riforma sempre riceveva il bar e il ristorante e allora d'estate si andava sempre di al bar e le dava al gelato a tutte noi amici insomma e se no sempre panini certo panini facciamo un oro benissimo fulvio all'urna ora si chiede ora venivano festeggiati compleanni a scuola a casa dell'amichetto allora scuola mai mai mai mai a casa io non l'ho mai festeggiato e forse forse questa daniela qualche prima qualche volta ecco non era una volta tutti gli angeli no e per l'occasione del compleanno ti chiedo facevate delle feste in classe e quindi natale compleanni allora abbiamo detto di no ma comprato in fettina per natale c'erano o no se un pò di più diversivo cioè si faceva questa alberi di natale il presepe però ecco festeggiamenti no che arrivava bene ora invece ci si sposta sulla parte dell'abbigliamento che ti chiedo com'è che andava investito scuola abbiamo già detto mai semplice semplice non molto semplice si arresti vestito non c'erano vestiti in più la verità c'era di un prestito pagato bene ecco lo so dobbiamo lasciarlo fa per lei solo per andare a messa e poi genere sito punti tutti i giorni è molto spartani milano se come che c'era semplice delusion non quella cosa però le bimbe sempre così tornano anche i coloni forse no e ancora mi ha fatto pensare sera solo con la gonna alle elementari o le mete magari grandini male elementare solo con quella con da vinci bianchi le scarpine ballasse bene e prepara vita solo ai vestiti o teli riparava la mamma si risvegliava già sul letto l'abbigliamento da m sceglievo io no primadonna cinghiale pettinavano tutto bene tra queste materie c'era anche donazioni fisica che cosa indossavi se sì quello vado alla elementare no non c'erano azione fisica alle medie si in quell'occasione c'era la tuta che quel giorno si andava a scuola che era giovedì cioè il giorno della relazione fisica sandra la scuola nella società chi l'aveva blu chi l'aveva rossa con delle righe sulle braccia sulle gambe insieme a bene e ti chiedo patti abiti o sereni quante sardi al tanti forse di di ora perché la nome abbiamo brava mi ricordo tanti vestiti avevo tanti neanche scarpe inoltrano tanti da te con un armadio abbastanza per tutte le occasioni e scuole vedo invece per le occasioni speciali avevi dei vestiti degli atc ha detto il vestito della domenica si poi per le occasioni no no non c'erano nel senso perché c'è quello della domenica praticamente voi faceva parte anche io facevo anche per per il natale per esempio robben che non è che c'era questa non mi ricordo la vedo io ho fatto e sto nata questa grande festa ai regali con il feed nata in tantissimi ci avevo proprio veramente tanti regali però ecco investito era un vestito della domenica preso un penso cioè non mi ricordo da un vestito per natale ok e chiedevi passavate dei vestiti per fratelli sorelle amici parenti si allora come perché rho parte un asti che può a 12 anni più di pinzolo ero parecchio grande però vincerà questa nostra parente questa cucina che le aveva quattro anni più di me allora le star sia alla prima che dava questi sia scarpe no però è con dei maglioncini del dei vestiti le era sempre buoni e prima di tutto rieccoci ripassava questo sì ho capito e tiro avermi di tatuaggi orecchini filzi tempo anni non ho nessuno ne esistevano tatuaggi ancora meno gli orecchini e delle bambine alcune l'avevano io no io l'ho fatta davvero prima non avevo da piccolo ho capito è vero anche emergevano delle situazioni in cui qualche tuo compagno si sentiva a disagio per l'abbigliamento non è mai successo è successo non mai successo ma ho capito bene ti chiedo passando prima di concludere l'intervista e concentrandosi su delle giornate particolari recite scolastiche site giornate particolarmente importanti che ti ricordo che la giornata non so che lei in montagna a occasioni o delle recite alle elementari non abbiamo fatto ma una ri cita mai alle medie si un per un fine anno che forse era già intero seconda media facevo si fece questa bella recita tutti insieme bluetooth e le classi ecco in quella fu una bella recita poi altre cose particolare io possa ricordare ma decide scolate o grotte di frasassi queste all'estero sinceramente non mi ricordo chi e dove la sua scuola c'è la donazione un musical e saggi di fine anno cioè detto di un uomo educazione unica alle medie che erano professori di mosè ci insegnava flauto la vita si chiamava lo strumento tv a bocca era alimentare notte e lezioni sia teoriche che si serve bene ti chiedo poi passando alle motivi due domande al mai partecipato a manifestazioni studentesche assemblee autogestioni no non c'erano parte vi è forse quelle superiori e magari forse sì ma dico in cui ogni giorno naturalmente e chiedo se ci parli del tuo esame degli elementari a questo punto delle medie se le superiori ai insieme all'anci movimento che ho fatto in punta e prima c'era e gatti inversa oppure no no no io non ho fatto alimenti c'era l'esame di panico totale però è così nonostante appunto io ho sempre studiato molto poco però proprio il minimo indispensabile però insomma l'esame sorpassavano quei pulire di sufficienza giusto per togliersi dalla scuola e mondo prima si no e poi non credo ma sa com'è che andò l'esame cioè erano usando in questo per juno lungo corto è uno spin go scritto sì come ora c'è uno scritto sia difficoltà e l'italiano tema c'è norma tema teatro c'erano allora le che c'erano tutte le materie di indorare proprio forse loro sì ho cancellato non me lo rivolto un granché come un'inutile volte magari anche qualche tesina screen tanovic c'era non esistevano le tesine che come mi leggere studiare il tuo i tuoi argomenti magari che avevi scelto portale voiello però non c'era c'era una tesina scritta non esisteva avvenga vera fuga ti ringrazio il tuo ma tv fa sicuramente è prezioso e sarà prezioso per questo progetto di ricerca e grazie bene e grazie a vite ciao

Scarica trascrizione

L’intervista, della durata di 1:11:56 minuti (link: https://www.youtube.com/watch?v=SC6WRN_D6rM) affronta le memorie infantili e scolastiche di Fulvia Galletti. Nata nel 1967, vive attualmente a Monteriggioni, in provincia di Siena. Il suo percorso scolastico ha compreso la frequenza della scuola dell’obbligo: scuole elementari e scuole medie. È il periodo che comprende gli anni 1973-1981: anni segnati da profonde trasformazioni sociali e culturali nel contesto dell’Italia repubblicana, caratterizzati dalla “strategia della tensione” e dagli anni di piombo, ma anche da leggi che hanno segnato il costume nazionale – la legge sul diritto di famiglia, e quella sull’aborto (Panvini 2018, Crainz 2002). Sono anche anni in cui la scuola italiana conosce grandi trasformazioni, con i Decreti Delegati, l’introduzione di nuovi metodi di didattica e di attività sperimentali (Galfré 2017).

Di questi mutamenti sembra non averne risentita la scuola elementare che Galletti ha frequentato a Staggia, frazione nei pressi di Poggibonsi: un contesto rurale o prossimo alla campagna, quindi, forse per questo meno ricettivo delle suggestioni che provenivano dalle grandi città. Il maestro che ha seguito la sua classe per tutto il ciclo è descritto come estremamente aderente alla tradizionale lezione frontale: Galletti afferma di non aver partecipato a una recita scolastica, e di aver utilizzato, per le attività didattiche, unicamente libri e quaderni. Ha però effettuato alcune gite scolastiche, ad esempio a Pistoia o alle grotte di Frasassi. Nonostante la diffusione della biro, nei primi di scuola elementare ha scritto con pennino e calamaio, di cui ricorda l’impaccio nell’utilizzarli e la carta assorbente con cui doveva ripulire le eventuali macchie; solo negli ultimi anni il maestro ha consentito loro di adoperare la penna biro. Altra consuetudine era quella della poesia settimanale, da trascrivere sul quaderno e da imparare a memoria. Galletti si sofferma, inoltre, nel descrivere i comportamenti dell’insegnante delle elementari, verso i quali mostra di nutrire una certa perplessità: l’abitudine di avere delle spiccate preferenze, che, modellate sul rendimento scolastico, si ripercuoteva non tanto sulle alunne quanto sugli alunni maschi; e quello, sempre con gli alunni maschi, di essere manesco: «questo nostro maestro era buono e caro però aveva un difetto un brutto difetto che lo era con i ragazzi nei maschietti perché con noi bambine non è mai successo devo dire la verità però con i maschietti le punizioni lui era un po’ di (G. mima uno schiaffo con la mano) mano veloce dava dei scappellotti» (m. 46.00 e ss).

Per quanto riguarda il tempo libero, il televisore è sempre stato presente a casa sua – prima in bianco e nero, poi a colori. Oltre al programma di pubblicità serale, aveva l’abitudine di guardare la “Tv dei ragazzi”, che in quegli anni trasmetteva Braccio di ferro e Tom&Jerry. Altro apparecchio da lei adorato era il giradischi: ne aveva uno portatile, con cui trascorreva interi pomeriggi cantando e ballando le canzoni dei suoi 45 giri. Verso la conclusione delle scuole medie, il fratello comprò un Commodore 64: giocò anche lei ad alcuni dei primi videogiochi, ma senza divertirsi molto.

Nel concludere l’intervista, Galletti rievoca l’esame di terza media, affrontato con il panico di dover ripetere l’anno. Non ha proseguito gli studi in quanto, afferma, era una studentessa svogliata, e non desiderava intraprendere le scuole superiori.

Fonti

Fonti bibliografiche:

L. Bravi, La televisione educativa in Italia. Un percorso di storia sociale, Roma, Anicia, 2021.

G. Crainz, Il paese mancato. Dal miracolo economico agli anni Ottanta, Milano, Donzelli, 2002. 

M. Galfrè, Tutti a scuola! L'istruzione nell'Italia del Novecento, Roma, Carocci, 2017.

G. Panvini, Ordine nero, guerriglia rossa. La violenza politica nell'Italia degli anni Sessanta e Settanta (1966-1975), Torino, Einaudi, 2018.

 

Fonti normative

Decreto del Presidente della Repubblica 31 maggio 1974, n. 416, Istituzione e riordinamento di organi collegiali della scuola materna, elementare, secondaria ed artistica(GU Serie Generale n.239 del 13-09-1974 - Suppl. Ordinario), https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/1974/09/13/074U0416/sg

 

Contenuto protetto da Copyright