Salta al contenuto principale

Scuola, lavoro e guerra: le memorie d'infanzia di Giancarlo Lombardi

Editore:
Dipartimento di Formazione, Lingue, Intercultura, Letteratura e Psicologia dell'Università degli Studi di Firenze
Luogo di pubblicazione:
Via Laura, n. 48, 50121, Firenze (Italia)
Autore della scheda:
DOI:
10.53221/641
Scheda compilata da:
MONICA DATI
Pubblicato il:
26/10/2021
Nome e cognome dell'intervistatore:
JESSICA LOMBARDI
Nome e cognome dell'intervistato:
Giancarlo Lombardi
Anno di nascita dell'intervistato:
1939
Categoria dell'intervistato:
Studente
Livello scolastico:
Scuola primaria
Data di registrazione dell'intervista:
29 giugno 2020
Regione:
Toscana

[Musica] buongiorno io sono jessica lombardi laureanda in scienze della formazione primaria oggi l di 29 sono altri racconti e sono in compagnia di giancarlo lombardi nonché il mio nonno nato il 5 luglio del business a teramo 20 confermiamo allora non puoi dire quando sei nato come era montemurlo e appunto quelli agricoli c'era 34 località era fornacelle bagnoli e opposti ma ora rea del pantano o sei rifatta avatar della industriale noi eravamo una cella insomma una cella siamo tristi per la pace della cina b per i cittadini anche la cucina e tobago il ragazzo era carina sia ambientali e quando a ieri quando la scuola si tratta di me che sono un pazzo quello che faccia una e supporterà esporre utilizzate prima verranno spostati davanti c'era certo da vari comuni con la mente libera viteria se i progetti padre pio eccoli che era nella stanza dei legali chiamata la stanza di fascia che abbraccerà e fascista fatica si facciano fare un'idea non li ci siamo stati a scuola poi le scuole si spostarono sotto palazzo dalla camera come adesso è sotto il reato abbiamo a tel aviv andare a scuola che è un caso essa e sarei si passava arrivato lì nei fatti prima poi se ondata è andata alle scuole saranno anche voi anche noi dobbiamo guardare il kolossal americano nella non tutto è alla zona sinistra 65 romeno scritti da parte di lasciare gara della esso grave stanze telecamera andare in galera ma ce la mettiamo se c'era la prima ai comuni alle girate dalle scorie a ragione si alternavano classi si è perché non abbia a seguire bene assaje nella terza e ma per una privata e emilio sia pure sono clementi andai avevano visto non sembra male perché mi sembrava vero sapore svelato di aver scritto a voi voglio sapere mi andavano siamo partirà mai a navigare di riguardo e allora è rimarcata da cantiere digitali insomma per rimandare in campo e mattina della canali però io proprio certo permesso di mangiare male io settimane fatto che le cose che restano e andata al produttore york l'impatto di e da allora con la terza è una sola parola bagnato per mare a trovarla da un lato quindi di ovada restare qui davanti ai bar messi a svariati quello prima di fare le 9 adesso andava alpino a carapelle e poi a parte la quinta rete ormai è come chiamatela mentali e per il devastante poi ha come scorta di cera sesto ea priori sapeva di aiutare la famiglia reale cinque militari però sapevo derivati che i cani non fanno bene solo ora c'è che vi si esaminino scarpe della prima cosa discarica niente caesar tiravano come penseranno i sei anni ci sia da per barry non c'era detto i quali ci voleva partire i numeri più bello dice di avere una versione del lunedì arrivava letale cioè le scarpe sporche pesare cambiare attraversare affitto ma questi scavi nelle date del tè di opere della buca dell'inter che l'aveva messa che reprime dell'amicizia vicino alle scuole arte via lattea non so nemmeno problemi proprio guardarmi ieri sappiamo semmai un'andata conto è arrivare abbiamo delle variabili da cinque serate [Musica] si abbia vada criticabili aver vanificato il bene e poi appena l'emea chi si metterà di alberi e poi basta prendi le donne senza piedi ma qualche volta si sa mai compagnia capelli con il cavallino l'ateneo e la secondaria di bambini per 45 morisco annata mancavano solo quelli di paura nella terra di bagnolo via gli amici nemici il tasto che allargherà anche uguale lasciata dagli amici l'estate lui e riscatti fi che andava si deve partire o no proprio no dice perché insegnare la classe marca ritrovati e mia figlia mi ha davvero vernola letta addirittura le abbiamo allenato alla tra scolina per me è la piccolina due stanze solo tecnica è un nome insomma era già parlato arrivano intanto buona chiaramente arrivano arrivano mai vista una teca grandi di dare con le scuole della mia famiglia anche l'ascoli a perché neanche alla bellini nei sentimenti della scuola io credo nelle mesi si sa il nostro naso come che ora assistenza spalmabile quello che andava e abbiamo bisogno insomma roba assistenza comprare i fratelli libero grassi e aveva insomma va bene da chi si salva perché anche lì e la fame ma contava spacciare come ci si c'è anche una reale siamo tornati a casa cioè se uno ha bisogno poteva dar da mangiare a sony ci dice vi passavano e delle forze sociali evitare la famiglia una famiglia è uno soltanto canoro egli ha determinato della barilla a investire a investire di più lui più vicine sorta la promessa era poi ci sta che il babbo maria i partiti e messo in vede la scuola della struttura della scuola scuole come erano fatte con itis c'era a che serve sebbene le maestre bravissime tutti gli altri ornamenti c'era una signora che era due grandi firenze la terra della quarta e la quinta e prima lo sa adesso comune ma c'era 3 mai esagerati era bellissima siamo quasi a scusarsi era previsto che ci arrivava anche perché se davanti a legarsi c'era la prima chiedere una testa di c c la testa le corde passato io partivo facciamo in terza classe della stessa è la bambina aveva preso tra sistemi rimasti finanziari ci dice però che rimbalzano da maggio per primi ma anche se mettiamo imbarco dei broker amati davanti c'era più belle e meno milano p no c'era marchini a meno che per loro sarà liberamente in casa è invece la video che sarà di grumento diventerà castle la famigerata si giocò io del san gerardo e nelle stanze neanche ai componenti da campagnolo che questa sera proprio vabbè ceramica talento classe un marito che non pagarlo che all'ingresso è quella che era roba l'ingresso che se niente giudizio che all'impegno è emessa teatro sarà una veglia grossi che ripetersi maria micheli e cambia riscaldamenti c'è una stufa a legna e allenatevi leva date dei ragazzi dalla linea da quello di statici e anche se fa prima della moretti li possiamo farcelo nelle distizione tra i nostri figli lo facciamo tutti sistemati 50 ci riproviamo con un bravo a suo dire hanno bisogno è finito gallinaria saliva della favorita della vigilia e differiscono per adesso non possiamo che quelli praticati fisiche ora decide adesso e poi bruciate è veramente io e il casco adatte vuole essere anche rispolverato sentenza sembra un costante e sembrato celava la differenza perché lo sa e avere passato gli asini di green di vent'anni è passata in senato inizia con la spagna 44 sì perché io non andro a ripetere lo schiaffo a metà per la meraviglia dei di settembre ma deve capire che deve essere i bambini andare ora i maialini di mano a pochi ma da via mangiare ribaltarlo quel canina tra il canino a casa perché ad entrare a scuola del teatro lavorio immobili la scuola infatti noi la quarta per chi ha bisogno che ci volete fare a lavorare regionamenti nella quale gravissimo di tirare avanti stia di recarsi vaticano forza laterale anche sistema di controlli e mai successiva dai nostri grandi ea tanti mi chiamo è girata alla gola tanto per così perché sempre la squadra più al fine novella 40 liberante altri 40 gb ma privati e o lavoro che era il cuore infatti dirigerà pare la prima delle lauree per prima del in fascino si è mangiata arriva poi da di lammari ormai ci siamo cina debba legarsi che c'era sei classi che la cina dalla società massimo storia è vero e invece lavorare così ecco molto considerata pari a prato superiori nella mia testa mi portava quindi arrivare superiori tipo la terza media di fisica media della media poi c'è insomma la mia parte tutti ora che è arrivata quella dell però basta poi si sia comunque importante che essere importanza ai fini della savana si è questa sera poi rimedi nelle stanze dell'azienda di pietra simili fatti e libero che la barca faceva manca mia se gli spazi per era sopra era capitato persone insomma le famiglie liberarono che quel coltello qui e là si scorda che vada nell'estate l'idea silva che ha poi erano quest'anno moreschi le fornacelle ma dico così perché c era ma costosi c'è la voglia e qualità superiori alle nazionali ha poi li abbiamo accorpato ma da quando e se fate casino g e poi come invece fanno parte della vita non siamo amici amici ieri sera di tutti l'ora di rivederlo da lì c'era culo che mettiamo ciò che è il macellaio che oggi la cina si acceleri ieri sera la carife che rischiava che abbassate che seguiti poi con la cancelleria si che si scambiavano per legge o per vegliare l'avesse a librino probabili poi rivenderla al cavaniglia somma di morte rivolte arrivare mia nonna mi sembra una ventina di ragazzi è la regola d'ingaggio della dominio fino alla domenica e alla messa la mattina prima sicurezza della casa di pulizie degli anziani e poi c è la prima a roma poi però qui alla scala tanto incanalino anche marino con estro stata qui l'aria di una vita vera abbiamo perso lì quindi perché le domeniche navali pubblici la mamma il lavoro si faceva il pranzo tutti insieme e poi ritrovati nella zona ma ancora tempo sembra siano stati corpi ora a 4 e morto lui martellate da cucinare dei cori s ora c'è di tutto un altro mondo è la paura è cambiato e si può spiegare anziano secoli video che ci rivela il parco sia così io mi sento sorella della birreria ecco di andare a montale agliana quarrata dai cinesi la moglie aline ha creato mia via sia fallirà di terreni ma è una nazione di per sé questa che dico io mi chiedo solo tratti agnelli lui disabili lasciare il padre ti passano davanti e poi gli stati di lavorare la domenica è in grado da sistemare in fiera per le vecchie conoscevo conosce a mandare a mente la transenna ma quello che c'è da fare ad amal in via sant'altissimo ma se volesse che la misura proprietari della di firenze il seno rifatto league e sentiranno contarina 90 quell'azione giovanni venticinque legati però perché era lì the fame si mangiava figura rileva essere in video la mia materia pagano originaria me come una sola riccia dalle ore erano peso team inergia remiamo tutti piccinato cassino per il grande e allora noi slovenia 1 6 giornate ha a personale la gente è veramente ancora più bella perché è quello di rimini hanno indegna allora di milano di amelia che non era prima per temiamo il palermo quella delle armoniche e infatti la tulliani poi vada più fiero grande perché non se ne vada prima e ha potere di torino e anche di più laziale [Musica] la squadra di saper ballare [Applauso] [Musica] in sicilia a riaprire il processo le dimissioni però questa è quindi per noi perché si sono uccisi molto quello visto crescere il loro da tutti i livelli locali il finale è salito sul tetto degli acquisti è facile quella mistica era oppure ovazione per il termine è capitata con coraggio che quasi tutti i beni museali perché dentro a scuola hai fatto vinta senza quadrani le novità e poi la pazienza se comune dopo vent'anni fa per tre anni qui a prato a 19 gradi c'è però innovare gli scandali degli anni in italia si è la prima prova di giugno 66 partire parti valida reggello fino a sera le quali veri che una relazione definirla dai rioni fatto che dobbiamo far bene trascorra e rim abili mani dei compratori la vita a lavorare rifiniture dalla via il cammino sì e attaccarli liberi dalla madre che allontani e perché di dirlo di certo ma rischia una signora di pista è bellissima ma sai il carrellino nastri graziano syfy 10r dalla seconda lo scopo è nato sano e di bordo poi il ragazzino per bene del genoa è chiaro che si esalta 68 che quello che viene dai 66 e allora io mi va proprio ma si sa le frontiere che la signora bene a differenza c'è una pietra miliare di gerali amati l'attivissima mangiare la mela la forma comunicativa un modo di verifiche i capelli sento poco messo lì pieno fiore da yann marti all energia i lombardi i ragazzi del tasso si sia sì le parti proprio nella lega un carattere da una natura che invece da una bella scuola per esempio velino ancora arrivata subito 20mila dei quali ci si bagna la scuola peggiore è quella dei nostri ci possiamo che dire un paese a voce e quelle chiuse in 60 cv mentre io che abito a ramallah scolina fila davanti a portare fare seggi di lanciare un serio sopra habana indiano di da una frase ore il nome della figlia della sorella geniale architetto che cosa su cui pende da parte mia ci perdiamo una cavigliera capito appieno tre cose di prima classe risultato aperto che sandra year vediamo allora venivano che nella carriera di schignano dei cateteri a questa festa perché c'era la botteghina facendo quella ristoranti di delivery materazzi non sono stati osservati si cela la strada per le gare in via consegnano insomma la prova degli ordini nottata io ho fatto quello che abbiamo perché tornando da scuola certo i bisogni particolari che è il nostro pezzo mi ricordo vivo che crossa io la madre superiora la famiglia che ha fatto un tiro e si che vivo ancora mai vero è che a quito rete questi ragazzi a vista sono stati mandati ma quello che mi mandava che allora invitarli a dividere il segno volevo sapere neanche le sole che vi aveva ben altro 5 cpc qui sì perché lo ha avvicinato la gente barry ma poi non è comunque da stranieri e alle forme si trovava a scuola non è un pò privati che realizzano scuola ma tutti e mezzo è andata marcato male 7 medio per dirle a casa la mattina accompagnava mai prima che avevo artesio certo di arrivare ai ribelli che prigione accompagnato per cederla per attraversare il fiumiciattoli ora dopo ciao ma devo cambiare si sia stati sempre trovato bene è ormai quasi ora magari brava che passavano è proprio la diffidenza che bastavano nello spazio anche a morire uguale anche a te guardata audio come questa della delega mafie topolino si sa però rischia di tintura e l'altra signora e quante tasse ha fatto lui guarda a lui come dice lino così però tornare a casa e mi fermavo non ha il ritmo nino il peggiore prigioni ripida salita finale di no l'abi mount che dicevano aveva trovate passato di via mazzini o pdf la pioggia erano visibili facendo proprio che erano sul vecchio studenti se c'era maiali editori adattando indignata davanti dietro che ho fatto nulla nel mezzo della casa quindi video ma alla fine gli amici degli amici l'acqua che si adatta l'altro l'unica si faceva arrivare gli oggetti ceramici di dubai ma ne di legno l'egida persone estranee la strigliata di lui personalmente video qui ad essere la più anziana degli insegnanti di lei invece sapere che andrà mai cosa fare a meno quando il trio sull'apice gruppo insomma è anche meno confidenza dura è una signora signorina la signora in epoche nell'inter persone basta salute e derivati sotto dei leggevano stato un po in occhio per occhio poi a dante alighieri un attimo prima era una parola che tre volte mi dite che valletta di loro appena 20 quelli delle linee rosse di mi chiamava è quello della balena lo scrittore di meglio che gli stavano che leggo jesi giovanni pascoli giovanni pascoli nonno cavalla storna che finale arriva nel massima che è un altro e poi mi pare che invitare larino insomma quella tra il fine ma io direi visto quando nardò ah no quelli a cura delle gmg perché erano che possiamo cooperare quindi voi io che era gravemente altri video per i temi che sia qui però faceva sulle la giornata struttura si no e attivo che sarebbe una bestia lavorava a nero oppure non so una vivo quindi a vale veramente ci avevano di savigliano i quattrini cavaliere sa mai avuto in mente di latina piccolino un ragazzino di colore nero ragazzo di 10 anni fa o forse no a correre e quelli che lo fanno i livelli di la notte molte volte nota la cina acceso che arriva dalla mente 450 occupare subito ma tanto come è realmente dimette no dice la mia ma deve essere sì voglio perché lo della mia devo guardare non guardarla dalla stazione come mai ha detto dei più probabilmente c'era vera mamma duro non c'è mai c'era ha portati via come rischio che era un accampamento dei tedeschi si potrebbe procurare la provincia anche [Musica] politicamente dopo di rene a liberare amicali chi le vende nei canali rendono natura che non è qui a campare parrocchie che meno mi tenessi a verbicaro cavaliere veniali erano media era appostato sul bagnato che ti farà male e spara su questo tutti altri cade quindi mi sentivo a passare anche video di averla mario avalli con leghisti davvero per gli aquilani è più facile farsi toccare da mesi avevo mai visti i morti ci vediamo braccia dei cieli euro 4 per portarlo a prato è il pilota che aveva capello migliaia si stanno iniziando della guerra ormai da mandare cerare di bombardamenti io il panino prendiamo in braccio che andava e poi sempre più riparati certa aria se no insomma scappava a riportare i fratelli maggiori ho fatto un rifugio e si accampano di ciottoli nove persone ampi in cima si e ci veniva detto che siccome le api sia alzata dalla vena un altro c'era più alto e gela saper niente altro potere agli amici di tornare alla provenza per aria [Musica] marchetto nella tappa che lo ha fatto grande ariosa per una decina di persone giovani tedeschi di ritrovarli portano via e se poi le mamme ricordate i mesi gara va di parlare hanno portato via [Musica] niente perche no [Musica] diventare anche lui ma perché rubrica allora irrigate emiliana casa e tutto andava potuto debuttare alla mafia il collo partigiani se arriva a pesare troppo decisi a capaccio da sei a venti c'era più [Musica] pag [Musica] panzane che ci venivano di passarmi sulla salumi con bagnano alla stazione in viale mazzarri quindi vedersi mia piccolotti esempio quello di tv e sa proprio che comandano di notte mediano braccio il console fondi e vero della lupa che ne a stare sotto vera potevo donava una tassa giornale diciamo andare basse possibili veniamo classico piero e bianchi che la notte di veglia [Musica] proprio tagliando mi rassicura rialzare io credo che in carico di sentire la frase da bravo [Musica] tira la bomba di battere anche l'italia 99 mi appare uguale per accettare lang e quindi detto io e un bambino le volte che ci divertiva ma l'inter in camera bio e quindi andare tabù e quindi delimitano un bar a zia ragazza parole che danno più tardi nobili non bastava ho parlato con lui della linea di girare così davanti serve a doha e le realtà di k si è parlato a realizzare di peta carissimi tasse dal comune ricorda se è qui che è meno periodo vegetativo si limitavano idea quello era momenti di rabbia termini di teologia morale addivenire agli americani dice dice un giovane faccio né ambra ci scappa via ecco allora poi abbiamo quindi tedesca rialzo perché grazie con la scusa che i giornali quando prima volta in passato ha rilasciato mégane cc si passava per la strada il filmato che da ora in poi si dilaterà fa trovare insomma la bandiera reale craxi per il maniero voglio vedere così tante persone riccardo emigrati a piedi pedaliera organizzate giornate però è che ci mette signori di amazon tappa sarà fiscali come noi ancora certo bella vicina alla sacra davvero io e andate a prevedere che neanche una gregorio era fabio cavalera proprio in all'aria casa richiamato queste dei geni possiamo bastano 20 grazie mille per questa intervista mandata anche normali o la natura tutte le otto sai il periodo che sarebbe tanto fosse una cosa interessante aspirazioni [Musica]

Scarica trascrizione

 

La testimonianza (di durata 51: 34 minuti, https://www.youtube.com/watch?v=t7pzdbYQhikè stata raccolta da Jessica Lombardi ai fini dell’elaborazione della sua tesi di laurea Le scuole di Montemurlo dopo la Seconda Guerra Mondiale (Anno Accademico 2019/2020) volta ad analizzare il contesto scolastico di Montemurlo, paese in provincia di Prato, a partire dal Dopoguerra. Mediante le interviste fatte agli studenti (nati tra la fine degli anni ’30 e metà anni ’40) che hanno frequentato le scuole, la studentessa ha potuto ricostruire quella che era la scuola e la vita degli abitanti di questo paese, arricchendo quanto trovato nei registri scolastici. Come afferma la studentessa:

"Le storie da loro raccontate, le difficoltà che hanno dovuto passare negli anni della guerra e nel Dopoguerra, la scuola che non sempre era una priorità per i genitori dediti a lavorare e l’infanzia passata tra i campi e i banchi, ha portato a galla una realtà che sapevo essere esistita ma della quale non avevo mai realizzato la vicinanza" (Lombardi, 2020).

Giancarlo Lombardi, è nato il 5 luglio del 1939 a Montemurlo, all’epoca un paese prettamente agricolo. Figlio di contadini, ha iniziato le elementari nel ’45 in una scuola elementare gestita dalle suore.  Il suo primo ricordo legato alla scuola è purtroppo negativo e ci riporta alla pratica della punizione documentata nel volume di Rutschky, "Pedagogia nera” (2015). Nei primi mesi della terza elementare, dopo uno “schiaffo” ricevuto dalla suora perché non aveva saputo ripetere l’Atto di Dolore, smise di mangiare in segno di protesta per non andare più a scuola. I genitori, preoccupati, dopo aver sentito il parere di un medico che aveva consigliato di non mandarlo più a scuola decisero che avrebbe rifatto la terza l’anno successivo nella scuola del Bagnolo.

Alla domanda “Che cosa hai fatto per il resto dell’anno?” risponde: “Non ti tenevano senza far niente a casa mia. C’era sempre qualche lavorino da fare per i bambini: andare a pulire i conigli, andare dietro ai maialini perché li mandavano fuori per i campi a mangiare. Allora bisognava andare a guardarli con il canino. Quando tornavi da scuola c’era sempre un lavorino”. Uno dei fratelli di Giancarlo, per necessità dei genitori, “fece la quarta perché avevano bisogno per lavorare. Purtroppo a quei giorni stavano attenti a tirare avanti queste cose. Si faceva tutto a mano, non è che ci fossero le attrezzature. Noi s’era cinque fratelli maschi, avevamo un podere grande, avevamo le bestie e c’era da lavorare tanto”.

Una testimonianza che rappresenta un prezioso promemoria per capire quanto ancora fosse viva la necessità di manodopera infantile negli anni ‘50

Altrettanto importanti sono i ricordi legati al periodo bellico. Durante la II Guerra Mondiale, nei locali vicino al Comune destinati alla scuola erano presenti i fascisti, come ricorda G. Lombardi: “Lì c’era la stanza chiamata di’ Fascio. All’epoca c’erano i fascisti a Montemurlo, infatti c’era lo stemma fuori”. Molte famiglie si trovarono i militari tedeschi nelle loro abitazioni per installare i posti di comando: “C’era appostato anche al Popolesco (località in cui è nato e vissuto fino al matrimonio) un accampamento di tedeschi nella villa del Bini […]. E purtroppo, come avvenne in altre zone d’Italia, anche a Montemurlo ci furono dei deportati, alcuni dei quali riuscirono a sopravvivere tornando a casa una volta finita la guerra e raccontando le atrocità vissute. Durante l’intervista Giancarlo ricorda anche i bombardamenti che hanno interessato la zona di Montemurlo, Prato e la stazione di Montale. Citando le sue parole: “Mi ricordo che mi prendevano in braccio quando c’erano i bombardamenti a Prato alla ferrovia […] si andava nei posti sempre più riparati, si scappava di casa. I miei fratelli avevano fatto un rifugio e si accampavano lì sotto […] con tutti gli amici della zona del Popolesco. Era fatto tutto a mano, ognuno portava il vanghetto poi il piccone, la zappa e fecero questa buca che chiamavano il rifugio […] ci andava sempre una quindicina di persone. Se passavano i tedeschi li portavano via. Queste povere mamme le ho viste piangere in una maniera […]. S’è passato dei giorni e delle nottate […] erano momenti brutti davvero”. La guerra, nonostante fosse conclusa, persisteva in varie forme nella vita degli abitanti di Montemurlo: la povertà, le mine inesplose, e le atrocità a cui i bambini avevano assistito in quegli anni, tutte esperienze che sono rimaste impresse nei loro ricordi fino ad oggi.

Infine Giancarlo ricorda anche la liberazione di Montemurlo con queste parole: “I tedeschi avevano i mitra, roba così, con i cavalli … invece gli americani avevano i carri armati. Allora si appostarono sull’Agna (il torrente che separa Montemurlo da Montale) e puntarono questi carri armati e spararono verso Tobbiana quando c’erano i tedeschi in ritirata […] quelli li ho visti anche io passare a gruppi anche con i prigionieri attaccati ai carri con i cavalli, con le bestie […] Gli americani vennero per le case a dirci di stare tranquilli”.

 

Fonti

Fonti bibliografiche:

G. Bandini, S. Oliviero, Public History of Education: riflessioni, testimonianze, esperienze, Firenze, Firenze University Press, 2019.

R. Cerri, Quando il territorio fa scuola. Milano, FrancoAngeli, 2010

M. Galfrè, Tutti a scuola! L'istruzione nell'Italia del Novecento, Roma, Carocci, 2017.

J. Lombardi, Le scuole di Montemurlo dopo la Seconda Guerra Mondiale (Anno Accademico 2019/2020, Relatore Prof. Bandini, Scienze della formazione primaria, Firenze)

K. Rutschky,"Pedagogia nera." Fonti storiche dell’educazione civile , Milano,  Mimesis, 2015

Contenuto protetto da Copyright