Salta al contenuto principale

La prima notte di quiete

Editore:
EDUCatt – Ente per il diritto allo studio universitario dell’Università Cattolica
Luogo di pubblicazione:
Largo Gemelli, n. 1, 20123, Milano (Italia)
Autore della scheda:
DOI:
10.53164/920
Scheda compilata da:
Giulia Gadolini
Pubblicato il:
25/11/2021
Paese di produzione:
Italia, Francia
Casa di produzione:
Mondial TE.FI. (Roma); Adel Productions (Parigi)
Data di produzione:
1972
Casa di distribuzione:
Titanus
Articolazione:
Unica
Data di uscita nelle sale:
23 ottobre 1972
Reperibilità/accessibilità:
STREAMING
https://www.raiplay.it/video/2016/09/La-prima-notte-di-quiete-f962b1c2-a47b-4704-bca1-84a5373e0217.html
DVD
Cecchi Gori Home Video (2014)

Indicizzazione e descrizione semantica

Generi cinematografici:
Identificatori di luogo:
Rimini
Identificatori cronologici:
1970s
Sinossi:

Daniele Dominici (Delon) prende servizio come supplente di Lettere in un liceo classico di Rimini, dove viene accolto da un preside (Randone) severo ed ombroso. Daniele affronta l’incarico con indifferenza, senza imporre il proprio insegnamento a nessuno, ma limitandosi a mettere a disposizione spiegazioni per chi ha voglia di apprendere. La contestazione e le assemblee studentesche gli sono estranee, lo annoiano. Il professore è un uomo colto (in seguito si scoprirà anche una sua raccolta di poesie, il cui titolo riprende il verso di Goethe La notte prima della quiete), ma non esprime un’evidente vocazione all’insegnamento.

Quando, in un tema in classe, dà la possibilità agli alunni di scegliere tra un componimento libero ed uno di tipo letterario, solo una studentessa, Vanina (Petrovna), svolge il secondo. Daniele rimane colpito dalla grazia e dal distacco della ragazza, apparentemente fredda e disinteressata a tutto. Il professore è insofferente alle indiscrezioni sul conto di Vanina, tanto che espelle uno studente dall’aula per la sua allusione ad una presunta passione della ragazza per le automobili da corsa.

La studentessa è oggetto delle attenzioni del docente, che le dona un libro di Stendhal, il cui titolo fa riferimento al suo nome e cerca di passare del tempo con lei. Daniele, intanto, frequenta alcuni uomini di malaffare, passando serate tra stupefacenti, bevande alcooliche e gioco d’azzardo. Fra di loro, vi sono Gerardo Pavani (Merli), che ha una relazione con Vanina, e il giovane Giorgio Mosca (Giannini), detto Spider, delicato e colto.

Daniele conduce Vanina a Monterchi, per mostrarle un dipinto di Piero della Francesca e, al ritorno, si scambiano effusioni, ma, dopo aver visto in lontananza l’automobile del fidanzato, la ragazza si allontana velocemente.

In una serata goliardica tra amici, qualcuno proietta un filmato in cui si vede Vanina senza vestiti in una camera da letto durante una gita scolastica. Ella, turbata, mette fine al ritrovo della compagnia e dal giorno successivo non frequenta più la scuola. Daniele va a casa della madre di Vanina (Valli), che, fredda e malvagia, gli intima di troncare ogni rapporto con la figlia. Rientrato a casa, il professore è oggetto della gelosia di Monica (Massari), la sua compagna.

Passato un po’ di tempo, Vanina ricompare e incontra Daniele in un’abitazione sulla spiaggia, di proprietà dell’amico Marcello (Salvatori). Dopo una notte d’amore, i due vengono colti in flagrante da Gerardo, che rivela a Daniele il passato di Vanina, venduta minorenne dalla madre a uomini che si approfittavano di lei e, in seguito, amante di tutti i ragazzi della compagnia.

Nonostante sia venuto a conoscenza di ciò, Daniele vuole fuggire con la ragazza. La accompagna alla stazione e le promette di raggiungerla dopo qualche ora in automobile. Lasciata la compagna Monica, il professore si mette in viaggio nella nebbia, ma perde la vita nello scontro con un camion, dopo aver deciso di tornare indietro, spaventato dall’idea che Monica possa aver tentato il suicidio.

Identificatori di grado e eventualmente di ordine scolastico:
Durata:
02:12:00
Regia:
Valerio Zurlini
Soggetto:
Valerio Zurlini
Sceneggiatura:
Enrico Medioli
Valerio Zurlini
Fotografia:
Dario Di Palma
Musiche:
Mario Nascimbene
Scenografia:
Enrico Tovaglieri
Attori principali:
Alain Delon; Sonia Petrovna; Giancarlo Giannini; Lea Massari; Adalberto Maria Merli; Salvo Randone; Alida Valli; Renato Salvatori.

Fonti

Fonti bibliografiche:

L. Miccichè, «La prima notte di quiete» di Valerio Zurlini. Un viaggio ai limiti del giorno, Torino, Lindau, 2000.

M. Nicoletto, Valerio Zurlini. Il rifiuto del compromesso, Alessandria, Edizioni Falsopiano, 2016, pp. 253-276.

L. Morandini, L. Morandini, M. Morandini, Dizionario dei film e delle serie televisive, Bologna, Zanichelli, 2019, p. 1164.

Contenuto protetto da Copyright