Salta al contenuto principale

Busto di Felice Garelli a Mondovì (1906)

Editore:
EUM – Edizioni Università di Macerata
Luogo di pubblicazione:
Corso della Repubblica, n. 51, 62100, Macerata (Italia)
Autore della scheda:
DOI:
10.53218/377
Scheda compilata da:
Valentino Minuto
Pubblicato il:
30/10/2021
Autore dell'artefatto:
Gioachino Sciolli
Committenza:
Comitato per le onoranze a Felice Garelli, presieduto dal sindaco di Mondovì Giovanni Antonio Comino
Data di inaugurazione:
21 ottobre 1906
Materiale:
Marmo

Ubicazione

Indirizzo:
Piazza IV Novembre 4
12089 Mondovì CN
Piemonte
Dettagli sull'ubicazione spaziale:
Il busto è collocato nel Chiostro del Liceo Vasco Beccaria Govone
Testo dell'iscrizione:
CONCITTADINI AMICI DISCEPOLI
ALLA MEMORIA DI FELICE GARELLI
DEGNO DELLA INTELLETTUALE E CORDIALE FAMIGLIA
CHE BENEFICÒ SCIENZA E PATRIA
PROFESSORE DEPUTATO SENATORE AGRONOMO
VISO AUSTERO CUORE DI PADRE
1831 – 1903

SCIOLLI G.

Il busto in marmo di Felice Garelli è collocato nel chiostro del Liceo Vasco Beccaria Govone di Mondovì, entro una pseudonicchia a forma di tulipano; sostenuto da una mensola, il cippo su cui poggia il ritratto di questo cittadino monregalese reca al di sopra di decori fogliati l’iscrizione onoraria; in basso a destra è incisa sulla stele la firma dello scultore Gioachino Sciolli. «Professore» di Fisica a Bra, ad Alba, a Bobbio e nella sua città natale – al Liceo Giambattista Beccaria e all’Istituto Tecnico Industriale e Professionale, di cui fu anche preside, Garelli, come l’«intellettuale e cordiale famiglia» a cui apparteneva, «beneficò scienza e patria», segnalandosi per l’impegno nella divulgazione dei rudimenti dell'agronomia. Il 21 ottobre 1906, prima dello scoprimento del busto, il sen. Giovanni Faldella tenne al Teatro Sociale di Mondovì il discorso di commemorazione di Garelli: egli «diede vita utile e chiara al Comizio Agrario. E da questo comizio agrario […] nel 1867 la Scuola Magistrale rurale, ossia la scuola di Agricoltura pei maestri elementari del Circondario da lui diretta […]. Da Mondovì […] Egli portò la sua cattedra di agraria nelle conferenze magistrali di Torino […]. I suoi stessi libri scolastici e popolari sono buone azioni. […] È bello considerare il senatore del Regno, che libera rispettivamente la 77ma e la 89ma ristampa della sua Giovinetta campagnuola educata ed istruita e del suo Giovinetto campagnuolo educato ed istruito, libri di lettura per la seconda e terza classe o sezione rurale» (Faldella, Felice Garelli, 1906, pp. 15-22).

Commemorato

Fonti

Fonti bibliografiche:
  • A Felice Garelli, «Gazzetta ufficiale del Regno d’Italia», n. 246, 22 ottobre 1906, p. 5097
  • In memoria del sen. Garelli, «La Stampa», a. XL, n. 293, 22 ottobre 1906, p. 4
  • La solenne inaugurazione del busto marmoreo a Felice Garelli, «Gazzetta di Mondovì», a. XXXVIII, n. 123, 22-23 ottobre 1906, s.p.
  • [D.C.], In memoria del Prof. Sen. Felice Garelli, «L’Italia agricola. Giornale di agricoltura», a. XLIII, n. 20, 30 ottobre 1906, p. 483
  • G. Faldella, Felice Garelli. Commemorazione detta da Giovanni Faldella al Teatro Sociale di Mondovì - Piazza addì 21 ottobre 1906, Mondovì, Tip. C. A. Fracchia, 1906

 

Contenuto protetto da Copyright