Salta al contenuto principale

Cattivi pensieri sulla scuola di un insegnante meridionale

Editore:
Roma TrE-Press - In collaborazione con il Museo della Scuola e dell’Educazione “Mauro Laeng” (MuSEd)
Luogo di pubblicazione:
Piazza della Repubblica, n. 10, 00185, Roma (Italia)
Autore della scheda:
DOI:
10.53167/952
Scheda compilata da:
simone.dibiasio
Pubblicato il:
23/11/2021
Tipologia:

Edizione

Titolo prima edizione:
Cattivi pensieri sulla scuola di un insegnante meridionale
Editore prima edizione:
Argo
Città di pubblicazione prima edizione:
Lecce
Anno di pubblicazione prima edizione:
1997
Numero di pagine:
138

Indicizzazione e descrizione semantica

Identificatori cronologici:
1980s 1990s

La questione meridionale è anzitutto un fatto culturale, dunque anche scolastico. Lo racconta Benfante in questo libro in cui cerca di smontare le costruzioni del “didattichese” per ottenere un approccio più flessibile e fertile con i suoi ragazzi: «alla scuola non occorrono strutture e gabbie, ma al contrario elasticità e agilità organizzativa, una vera e sana autonomia culturale che consenta di sfruttare le sue potenzialità inespresse, le sue diverse e articolate risorse interne. Ha bisogno di contenuti vivi e non di contenitori, di scatoloni etichettati. Ha bisogno di una libera circolazione di idee, e non di steccati. Di una rivalutazione dei contributi individuali dei docenti, e non dell'appiattimento indifferenziato della categoria» (p. 135). Un libro per certi versi ingenuo, ma che riapre ferite mai cicatrizzate, testimonianza anche di un Paese a due velocità e soprattutto scritto da chi vive questa realtà in prima persona.

Contenuto protetto da Copyright